Saluti Dirigente a chiusura dell'anno scolastico 2019/2020


Siamo arrivati al termine di questo strano anno scolastico.

Ce lo ricorderemo bene, perché la scuola non ha mai vissuto nulla di simile.

Questa emergenza sanitaria ha sconvolto il mondo intero e ha ridisegnato il nostro microcosmo. Ci ha confinati dietro lo schermo di un pc, di un tablet o di uno smartphone e ci ha tolto il contatto, gli sguardi, il confronto, il dialogo.

Ma noi non ci siamo arresi e abbiamo fatto del nostro meglio.

Grazie a tutti quelli che non hanno smesso di impegnarsi.

Grazie in primis a tutti gli studenti che non hanno rinunciato ad imparare e a crescere pur lontani dall’aula, con tutti i disagi derivanti dalla distanza e dall’impossibiltà di relazionarsi concretamente con insegnanti e compagni di classe.

Grazie alle famiglie che in quest’avventura della DAD, hanno collaborato affinché la scuola non si fermasse e hanno fatto sforzi considerevoli per conciliare lavoro, compiti e famiglia, rubando tempo al sonno e combattendo contro i problemi di connessione e le bizze del registro elettronico.

Grazie ai rappresentanti di classe che hanno generosamente fatto da tramite tra docenti e genitori offrendo piena disponibilità, con enorme dispendio di tempo ed energie.

Grazie alla D.S.G.A e a tutto il personale ATA, che hanno continuato a lavorare in presenza e in remoto per consentire l’espletamento di tutte le pratiche amministrative e non, senza le quali la scuola resterebbe paralizzata.

Grazie alle mie collaboratrici, che hanno dimenticato il diritto alla disconnessione e non mi hanno fatto mancare il loro aiuto.

Grazie ai docenti che si sono reinventati e digitalizzati, che hanno scelto di formarsi per imparare ad insegnare con modalità del tutto nuove, che hanno perso diottrie davanti agli schermi per correggere foto e foto di compiti e preparare videolezioni.

Grazie a tutti.

Abbiamo remato faticosamente nella stessa direzione e non è stato facile per niente.

Oggi suona idealmente l’ultima campanella.

Oggi cominciano le vacanze, ma in molti stiamo già aspettando settembre.

Intanto, buona estate.